Un ritrovamento speciale

Mi sono impossessato di alcune parti di computer abbastanza interessanti. Sono 9 schede logiche appartenenti ad un computer degli anni 60: Un UNIVAC 490.
Era un derivato commerciale di un computer Univac Federal Systems sviluppato per la Marina degli Stati Uniti.
Dalle statistiche risultano prodotte solo 47 macchine (i numeri di serie vanno da 101 a 147). Sei sono stati installati alla NASA e hanno svolto ruoli importanti in Gemini e nelle missioni Apollo. Nel film di Hollywood Apollo 13, quando gli schermi prendono vita dopo che il computer di bordo è stato riattivato, quegli schermi avrebbero risposto a un Univac 490. L'U490 aveva il controllo completo della maggior parte o di tutte le schermate di visualizzazione dei dati in Houston Mission Control. L'USAF ne aveva installati due, così come Lockheed. Le compagnie aeree che utilizzano il sistema 490 Real-Time includono Eastern e Northwest Orient - principalmente i sistemi di prenotazione delle compagnie aeree di Eastern Air Lines (1963) e British European Airways (BEACON - 1964).
E' interessante notare come sono fatte queste schede: sembrano confezionate a mano una ad una, le piste del circuito stampato sicuramente non erano progettate con un cad ma disegnate a mano libera.
Facevano parte di un computer che costava 2 Milioni di Dollari, consumava 4000 Watt (Solo la CPU) e pesava una tonnellata!
Pensate che la memoria, realizzata a nuclei di ferrite, era di 112 Kb e aveva un sistema di memorizzazione dati a tamburo magnetico di soli 3 Mb.