Supporti di memoria

Questa linea temporale esplora cronologicamente la storia dei supporti di memoria. 

In informatica, nell'ambito dell'architettura dei calcolatori, si distinguono due tipi di memoria: la memoria primaria, che lavora a più diretto contatto con il processore, costituita fondamentalmente da memoria RAM, memoria ROM, memoria Cache, e la memoria secondaria o memoria di massa, i cui maggiori rappresentanti sono gli hard disk, ma anche supporti rimovibili come dischi floppy, CD, DVD, nastri magnetici, memorie flash di ogni tipo ed altro ancora.

Buona consultazione!

Supporti di memoria

0.08 Kilobyte1928

Scheda perforata IBM 80 colonne

Scheda perforata IBM 80 colonne

Le schede perforate rappresentano, in assoluto, uno dei primi supporti di memorizzazione di massa e furono usate fino ai tardi anni '70. La scheda perforata era un cartoncino avente forma rettangolare, la grandezza era quella di una banconota da un dollaro, diviso in 12 righe e 80 colonne.

Ogni carattere memorizzato occupava una colonna e la registrazione veniva fatta perforando o non perforando le caselle della colonna, quindi attribuendo il valore 1 nel primo caso e il valore 0 nel secondo, in poche parole utilizzando il codice binario.

62.5 Kilobytes1932

Memoria a tamburo

Memoria a tamburo

La memoria a tamburo è una delle prime forme di memorie magnetiche utilizzate in informatica. Venne utilizzata tra gli anni cinquanta e gli anni sessanta.

Venne sviluppata da Gustav Tauschek nel 1932 in Austria. Per molti sistemi la memoria a tamburo era la memoria principale del sistema, i dati e i programmi caricati dal nastro perforato venivano caricati in memoria. Le macchine che utilizzavano questa memoria come memoria principale venivano definite drum machine (macchine a tamburo).

0.85 Megabyte1950

Nastro magnetico

Nastro magnetico

Il nastro magnetico fu utilizzato per la prima volta per la registrazione di dati nel 1950 dalla IBM. Erano nastri magnetici simili a quelli usati nell'audio ricoperti da uno strato di ossido metallico. Ben presto la tecnologia IBM divenne lo standard di fatto nel settore informatico.

Il nastro magnetico era da mezzo pollice, avvolto su bobine removibili da 10,5 pollici di diametro.

5 Megabyte1955

IBM Ramac

IBM Ramac

Il RAMAC è stato il primo computer con disco rigido ad accesso casuale. L'unità disco del RAMAC, concepito dai laboratori IBM nel 1955,  è il progenitore degli odierni Hard Disk. L'unità composta da 50 dischi, per una capacità totale di 5 milioni di caratteri, introduce il concetto di accesso rapido alle informazioni.


Vedi documentario IBM

400 Byte al metro1959

Nastro perforato

Nastro perforato

Il nastro di carta per l'archiviazione di informazioni ha origini antiche, tuttavia è l'IBM tra i primi ad utlizzare tale sistema per l'archiviazione di dati e programmi sui propri elaboratori elettronici. il nastro perforato è un sottile nastro di carta (raramente di altri materiali) flessibile utilizzato per memorizzare informazioni codificate attraverso file di fori praticati longitudinalmente in posizioni (piste) ed intervalli regolari.

1920 Bit1965

Cartolina magnetica Olivetti Programma 101

Cartolina magnetica Olivetti Programma 101

Schede magnetiche del calcolatore elettronico da tavolo Programma 101 su cui si registravano i dati e le istruzioni di programmi (formule matematiche, calcoli scientifici e tecnici, statistici e amministrativi), consentono l'impiego immediato del calcolatore da parte di ogni categoria di utilizzatori. I programmi possono essere creati dall'utente o ripresi dalle raccolte già preparate dalla Olivetti. Le schede magnetiche di fatto svolgono una funzione simile a quella che in seguito avranno i floppy disk.

da 5 Mb a 200 Mb1965

Disk Pack

Disk Pack

La necessità di archiviare una grande quantità di dati (5mb) su di un supporto pratico e removibile ha portato allo sviluppo del disk pack. I lettori di grandi dimensioni equipaggiavano i computer di fascia alta.

Alcune di queste soluzioni più estreme (200mb) sono veramente voluminose, per non parlare poi dei lettori di questi curiosi formati, che raggiungono dimensioni imponenti.

128 Kilobyte1967

Bubble Memory

Bubble Memory

Memoria Bubble è un tipo di memoria del computer non volatile che utilizza una pellicola sottile di un materiale magnetico per contenere piccole aree magnetizzate, noti come bolle o domini, ciascuno dei quali memorizza un bit di dati. Il materiale viene disposto per formare una serie di binari paralleli che le bolle possono muoversi lungo sotto l'azione di un campo magnetico esterno.

5 Kilobyte1969

IBM Mag Card II

IBM Mag Card II

Nel 1969, IBM ha introdotto una carta magnetica per la macchina da scrivere Selectric. E' una macchina da scrivere elettronica con una unità di memorizzazione esterna con schede magnetiche della stessa dimensione delle vecchie schede da 80 colonne. Erano rivestite da uno strato magnetico e potevano registrare/riprodurre 12-15 caratteri al secondo.

0.10 Kilobyte1969

Scheda perforata IBM 96 colonne

Scheda perforata IBM 96 colonne

Nel 1969 IBM con il System/3 introduce un nuovo tipo di scheda perforata, che si prefigge lo scopo di ridurre l'enorme spazio necessario per archiviare i dati. Pur avendo una dimensione di circa 1/3, rispetto alla classica scheda IBM ad 80 colonne, consentiva di memorizzare il 20% di informazioni in più.

IBM chiama questa nuova scheda "96 colonne", ovvero il numero dei gruppi di fori, disposti in linea tra loro, che descrivevano il carattere immagazzinato.

1.4 Megabyte1970

Data Cassette

Data Cassette

Negli anni dal 1970 al 1980 le audio Compact Cassette sono state spesso utilizzate come sistema di archiviazione dei dati economico per i computer di casa.

Le Compact Cassette erano, logicamente, oltre che fisicamente, sequenziali; dovevano essere riavvolte e rilette dall'inizio per caricare i dati.

0.25 Kilobyte1970

Magnetic Card Olivetti

Magnetic Card Olivetti

Supporto magnetico Olivetti (MC) da 256 caratteri usato negli anni '70 sulle macchine contabili quali la Olivetti A5 e la famosa linea AUDIT.

Era una scheda di carta con una banda magnetica applicata lateralmente.

da 256 Kb a 1 Mb1971

Floppy 8 pollici

Floppy 8 pollici

La storia del floppy disk iniziò quando nel 1967 la IBM iniziò le prime sperimentazioni per la crazione di un nuovo dispositivo da utilizzare come memoria di massa per i suoi scopi. I primi floppy furono i dischi da 8 pollici (20 cm) di diametro, chiamato "memory disk". La prima commercializzazione è avvenuta nel 1971.

da 20 Mb a 1.3 Gb1972

Data Cartridge

Data Cartridge

Nastro cartridge da un quarto di pollice (Quarter inch cartridge abbreviato in QIC) è un sistema di archiviazione magnetica su nastro introdotto dalla 3M nel 1972. Restò in uso fino al 2009.

il QIC era una cassetta con una base in alluminio e un involucro in plastica contente due bobine di nastro magnetico da 6.35 mm lungo da 91 a 457 m.

da 360 Kb a 1.2 Mb1976

Floppy 5.25 pollici

Floppy 5.25 pollici

Nel 1976, Shugart Associates ha introdotto il primo floppy da 5.25 pollici da 360 Kb. Il formato da 5.25 pollici sostituisce quello da 8 pollici.

Nel 1984, IBM con la commercializzazione del personal computer IBM AT, introduce il nuovo formato da 1.2 MB doppia faccia.

da 4 a 8 Kilobyte1977

ROM Cartridge Atari

ROM Cartridge Atari

Con l'uscita dell'Atari 2600, una console video game che ha avuto un discreto successo, sono comparse sul mercato le ROM cartridge che contenevano il codice del gioco. Questo sistema contrastava con i vecchi modelli che ne erano sprovvisti, dove il gioco era fisicamente installato nella console.

3 Kilobyte1977

Minidisk

Minidisk

Nel 1977 Olivetti commercializza il P6040, un "personal minicomputer" da tavolo. La macchina, estremamente compatta, è dotata di un nuovo dispositivo di archiviazione, un piccolo floppy che Olivetti chiama "Minidisk". Sia il drive che il nuovo supporto sono di dimensioni estremamente compatte. Il "minidisco" (così viene chiamato nella documentazione in italiano) è un piccolo floppy flessibile in mylar dal diametro di 6.5 cm, privo di ogni custodia di protezione.

da 360 Kb a 1.44 Mb1980

Floppy Disk

Floppy Disk

Nel 1980 nasce il floppy disk da 3.5 inch (90 mm) con una capacità generale di 360 KB e 720 KB. Successivamente nel 1986 verrà creato il doppia faccia per una capacità complessiva di 1.44 mb.

Nel Macintosh tale dischetto avrà una capacità di 400 KB per la singola faccia e 800 KB per la doppia.

da 8 a 16 Kilobyte1980

ROM Cartridge Commodore VIC 20

ROM Cartridge Commodore VIC 20

Con l'avvento del Commodore VIC 20, si introduce sul mercato una speciale cartridge contenente il codice del programma. Era una valida alternativa ai floppy e ai programmi caricati su Compact Cassette. Veniva inserita nella expansion port ed il caricamento, all'accensione del computer, era immediato.

da 5 Mb a 230 Mb1982

Iomega Bernoulli

Iomega Bernoulli

Il Bernoulli Box (o semplicemente Bernoulli, che prende il nome da Daniel Bernoulli) è un sistema di storage ad alta capacità (per l'epoca) su disco rimovibile che è il primo prodotto noto di Iomega.